Gruppo C – Patrimonio (24 settembre 2014)

 

Gruppo Patrimonio (24 settembre 2014)

Premessa

Il complesso di beni disponibili e indisponibili, attribuibili a diversi soggetti pubblici, a partire dal Comune e dagli Enti territoriali che insistono nella città, assume una grande potenzialità per un’azione efficace ed incisiva di tutela e rivitalizzazione della CS, in un quadro procedurale e temporale sufficientemente certo.

Conoscere le localizzazioni, le consistenze, le destinazioni d’uso in atto, il grado di utilizzazione o dismissione, costituisce un atto fondativo per ogni opzione progettuale che il Laboratorio voglia svolgere

 

Area di decisione

 

Quale programma di recupero e riuso degli immobili di proprietà pubblica per rivitalizzare la CS sotto il profilo demografico, socio-economico e culturale?

 

Opzione 1.

 

  1. Acquisire le informazioni relative al patrimonio pubblico (residenziale e no) localizzato nella CS sia consultando in loco e on line l’apposito archivio del Dipartimento Patrimonio di Roma Capitale, sia accedendo agli (eventuali) archivi degli altri Enti Pubblici che ne sono i proprietari.

 

Incertezze

Possibilità di acquisire informazioni più dettagliate di quelle attualmente riportate nell’archivio del Dipartimento Patrimonio (ad es., il nome del locatario/concessionario e il costo di affitto dell’immobile) per scarsa volontà di trasparenza del Comune.

Possibilità di accedere alle informazioni degli altri Enti Pubblici proprietari di edifici della CS, in quanto disponibili solo su supporto cartaceo o per scarsa volontà di trasparenza degli Enti stessi.

Opzioni esplorative

Chiedere durante la Conferenza Urbanistica del Municipio Roma 1 se esistono altri dati accessibili oltre a quelli memorizzati nell’archivio del Dipartimento Patrimonio, e se il Dipartimento dispone di informazioni riguardanti il patrimonio di altri Enti Pubblici.

  1. Acquisire i contenuti dei programmi e dei progetti strategici elaborati dal Dipartimento Patrimonio riguardanti la dismissione e il recupero d’immobili residenziali (in particolare, di programmi o progetti di recupero ERP previsti dal Comune o da altre agenzie territoriali) o con altra destinazione.

 

Incertezza

Esistenza reale di tali programmi e progetti elaborati con un sufficiente grado di dettaglio; possibilità di accedere a essi.

Opzione esplorativa

Verificare in sede di Conferenza Urbanistica l’esistenza di tali programmi e progetti e la possibilità di accedere alle informazioni che li riguardano.

 

  1. Dare priorità ai programmi e ai progetti del Dipartimento che riguardano intere aree dismesse da recuperare, di cui ciascuna, per consistenza e problematicità funzionale, riveste un ruolo urbanistico rilevante e di trattazione urgente in relazione agli obiettivi indicati (rivitalizzazione della CS sotto il profilo demografico, socio-economico e culturale)[1].

 

Incertezza

Esistenza reale di programmi o progetti strategici elaborati dal Dipartimento, coerenti con la scala d’intervento e con gli obiettivi indicati.

Opzione esplorativa

Analizzare i programmi e i progetti esistenti, elaborati dal Dipartimento, per verificarne la coerenza con la scala d’intervento e gli obiettivi indicati.

 

  1. Identificare le imprese e le cooperative che sono interessate ad aderire al suddetto programma del Comune e a formulare le loro proposte in merito alla possibilità d’uso degli spazi dismessi (acquisto, concessione, locazione).    

 

Incertezza

Difficoltà/possibilità di trovare imprese e cooperative interessate ad aderire al programma, tenendo conto delle sue finalità e della scala d’intervento.

Opzioni esplorativa

Svolgere indagini presso agenzie e organizzazioni specifiche.

 

 

Opzione 2.

 

L’opzione ha in comune con l’opzione 1 le parti a, b e d. differendo da essa solo per la parte c

 

c. Dare priorità ai programmi e ai progetti riguardanti immobili singoli o unità immobiliari da recuperare, che per fattibilità urbanistica e possibile diffusione sul territorio può rivestire comunque un ruolo rilevante. Sarà questo il terreno di proposte che attengono maggiormente al contesto socio-economico e gestionale[2].

 

Incertezze

Esistenza reale di programmi o progetti strategici del Dipartimento riguardanti singoli immobili o unità immobiliari che siano comunque idonei a perseguire gli obiettivi generali indicati (rivitalizzazione della CS sotto il profilo demografico, socio-economico e culturale)

Opzioni esplorative

Analizzare i programmi e progetti esistenti, elaborati dal Dipartimento, per verificarne la coerenza con la scala d’intervento e gli obiettivi indicati.

 

 

 

N.B.

Oltre alle due opzioni precedenti ce ne potrebbero essere altre, dove resterebbero immutate le parti a e b (che riguardano le fasi ineludibili di acquisizione delle informazioni di base), mentre cambierebbe la parte strategica dell’opzione (parte c), e forse anche la parte d che, in funzione della diversa strategia d’intervento proposta, potrebbe riferirsi a soggetti attuatori diversi da quelli che si intendono coinvolgere nelle due opzioni qui illustrate (imprese e cooperative).

 

 

[1] Questa parte (c) rappresenta il “cuore” dell’opzione 1. L’intera opzione perderebbe di significato se a seguito del compimento delle opzioni esplorative che si riferiscono ai punti b e c, si venisse a sapere che il Dipartimento non ha elaborato nessun programma o progetto, o che nessuno di essi è riferito alla scala in questione e/o non ha come obiettivo esplicito la rivitalizzazione della CS sotto il profilo demografico, socio-economico e culturale,

[2] Anche per la parte c di questa opzione valgono le stesse considerazioni già fatte in nota (1).

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>