Progetto Strategico dal basso nel quartiere delle Vittorie Municipio 1

PROGETTO STRATEGICO DAL BASSO

sulla base del fuoco 5 di Strategic Choice

Foglio 10-PRATI progetto strategico dal basso-small

commento alla mappa

Schede Progetto – MUNICIPIO I CUM

I PERCORSI DELL’ACCOGLIENZA: Culturale, religioso, politico, dello shopping

mappa-percorsi accoglienza

mappa percorsi

http://www.urbanistica.comune.roma.it/carta-citta-pubblica/cartacittapubblica-elaborati.html
Questo progetto strategico è stato elaborato all’interno delle attività del Laboratorio permanente di progettazione partecipata “Città storica da un punto di vista di genere”, Ordine degli Architetti di Roma, Coord. Elena Mortola e raccoglie una serie di progetti proposti in occasione degli incontri per la Conferenza Urbanistica del Comune di Roma (2014-2015).

Questo progetto strategico s’inquadra all’interno del FUOCO 5 dell’Approccio Strategic Choice (vedi rapporto redatto da Alessandro Giangrande).

L’importanza dell’applicazione del metodo Strategic Choice alle aree di decisione e opzioni individuate nel primo workshop ormai un anno fa e approfondite successivamente, relativamente al gruppo Fuoco 5, consiste nel fatto che le opzioni strategiche principali sono:

  1. “Avviare  politiche urbane idonee ad arginare l’emorragia di residenti e artigiani “

Queste politiche non sono considerate da sole ma collegate ad altre opzioni strettamente connesse come

  1. “Migliorare/potenziare il  servizio di trasporto pubblico, con particolare riferimento ai collegamenti tra la CS e le altre zone della città metropolitana”

e

  1. “Favorire il ripopolamento della CS affittando gli edifici pubblici dismessi e gli immobili requisiti alla criminalità organizzata a quanti, in passato, sono stati costretti ad abbandonarla”


Nella mappa Progettazione Strategica relativa a una zona del quartiere Delle Vittorie (confine nord viale Carso, confine sud S.Pietro – Piazza Cavour, confine est Il Tevere, confine ovest Circovallazione Triofale) si cerca di rispondere così:

 

  • RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI ABBANDONATI
    Si cerca di individuare edifici abbandonati di proprietà pubblica che siano in grado di ospitare attività di servizio, artigianali e residenziali, soprattutto giovanili; Le aree più interessanti per creare nuove residenze per giovani  (che altrimenti sarebbero espulsi dal quartiere, per mancanza di nuove residenze sia pubbliche che private), servizi per turisti e servizi per gli abitanti in genere sembrano essere l’ex-rimessa ATAC (vedi schede progetto), l’edificio di Telecomunicazioni in viale Angelico 19 (vedi schede progetto dell’Ass. PSP e dell’Ass. Mondo di Comunità e Famiglia), forse parte dell’area del mercato dei fiori (vedi scheda progetto), le aree occupate dalle caserme tra viale delle Milizie e viale Giulio Cesare (aree da approfondire).
  • POLITICA DEGLI AFFITTI DI EDIFICI RESIDENZIALI PUBBLICI
    Nell’area Delle Vittorie sono presenti tre edifici destinati a residenza pubblica e sono l’edificio dell’arch. De Renzi a Piazza Mazzini, un edificio a corte in via Dardanelli e un edificio a via Sabotino (di fronte ad Antonini Bar) (vedi Mappa delle proprietà pubbliche). Bisognerebbe sapere se all’interno di questi edifici ci sono appartamenti disponibili al presente e al futuro (chiederemo queste informazioni All’Ufficio Patrimonio nel secondo incontro alla casa della Città). Alla luce degli articoli usciti nella cronaca di Roma dei maggiori quotidiani dal 5 febbraio risulta che l’amministrazione comunale ha in programma di vendere la maggior parte del patrimonio pubblico. Sarà nostra cura cercare di convincere l’amministrazione di conservare il patrimonio pubblico del quartiere delle Vittorie proprio per rispondere alla prima delle opzioni strategiche, trovando modalità, anche non convenzionali, per far gravare sui futuri affittuari, compresi gli attuali, il peso delle spese di manutenzione e di eventuale divisione degli alloggi, da riscattare poi sugli affitti dovuti all’amministrazione.

 

  • MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITA’ PUBBLICA E PRIVATA
  • Trasporto Pubblico – Ridisegno delle fermate dei mezzi pubblici per renderle accessibili, sicure e confortevoli; liberandole dal parcheggio selvaggio è possibile permettere un agevole accesso al mezzo di trasporto. Le fermate di Viale Angelico, Viale Mazzini, via Oslavia, Via Ferrari, Viale delle Milizie, Viale Giulio Cesare dovrebbero essere adeguatamente attrezzate per l’attesa, l’orientamento e l’informazione per tutti gli utenti; dovrebbero essere illuminate e “vive” anche nelle ore dopo il crepuscolo, per garantire la sicurezza personale, percepita e reale, all’utenza.
  • Mobilità pedonale – Proponiamo di dare alle rete pedonale una dignità superiore a quella delle rete veicolare. A tal fine è necessario riconsegnare gli spazi pedonali, oggi abusivamente occupati, ai legittimi destinatari: i pedoni. Riqualificazione di tali spazi attraverso l’applicazione del metodo innovativo delle fasce funzionali, tesa a permettere un’agevole percorrenza, la sosta e l’incontro. Creazione di ampi spazi pedonali protetti, e adeguati attraversamenti, davanti alle scuole e agli altri edifici pubblici, al fine di migliorare la sicurezza ed impedire la sosta veicolare in prossimità.
  • Mobilità ciclabile – A completamento della rete ciclabile di Viale Angelico, si propone la progettazione di aree di parcheggio e rifornimento, di energia rinnovabile, per le biciclette a pedalata assistita. Dovrebbe essere completato il percorso ciclabile che da Viale Angelico arriva a P.zza Cavour e P.zza Risorgimento.
  • Mezzi di Trasporto Turistico – Dato l’altissimo inquinamento e il contributo alla congestione del traffico e all’aumento dell’isola di calore urbana, si propone uno studio approfondito della problematica relativa all’accesso e alla sosta dei bus turistici, al fine di elaborare un progetto che ne riorganizzi completamente il sistema e lo renda congruente con il delicato ambiente del Municipio Roma I Centro.
  • Accessibilità dei percorsi pedonali – Si propone l’elaborazione di un Piano dell’Accessibilità Municipale dedicato all’Utenza Ampliata, particolarmente necessario dato l’invecchiamento della popolazione.
  • Comfort Ambientale degli Spazi Pubblici – Si propongono interventi di mitigazione della temperatura e riduzione dell’inquinamento atmosferico, particolarmente importanti nel periodo estivo; interventi di protezione dagli agenti atmosferici nel periodo invernale.
  • POTENZIAMENTO DI ALCUNE LINEE AUTOMOBILISTICHE
    Nel caso che l’ex-rimessa ATAC di P.zza Bainsizza e l’ex-Stabilimento di viale Angelico 19 divengano servizi pubblici e/o residenza pubblica in affitto sarà necessario aumentare di almeno una unità i mezzi pubblici e dotare di protezione agli agenti atmosferici e di sedute le due fermate corrispondenti già esistenti.
  • CREARE UNA o PIU’ ISOLE AMBIENTALI
    Creare una o più aree delimitate da viabilità principale. I soggetti privilegiati nell’isola ambientale sono i pedoni e le figure deboli (anziani, bambini e portatori di handicap) Coesistono percorsi pedonali, ciclabili e percorsi automobilistici a bassa velocità /30 km/h) per una mobilità sostenibile. All’interno delle isole ambientali esistono servizi oltre che la residenza in modo da ottenere un ambiente vivibile e sostenibile. Un esempio di isola ambientale potrebbe essere quella delimitata dalle seguenti strade: – Piazza Bainsizza – Viale Carso – Viale Angelico – Viale Mazzini – P.zza Mazzini – ViaOslavia , con via Sabotino e via Monte Santo a velocità 30km/h con l’area dell’ex-rimessa Atac come centro di servizi e corte verde legata allo spazio verde di ex-via Plava e alle corti verdi degli edifici di via Sabotino (vedi mappa).

 

  • CREARE SERVIZI DI ACCOGLIENZA
    Si propongono servizi di accoglienza per gli abitanti dell’area metropolitana che vengono per lavoro nel Centro di Roma e per i turisti che a Roma numerosi si avviano verso l’area di S.Pietro dalle fermate dei mezzi pubblici e in particolare dalla fermata metro A “Ottaviano” (vedi scheda progetto per la Stabilimento di Telecomunicazione in viale Angelico 19).
  • POTENZIARE LA SPINA VERDE di VIALE MAZZINI
    Migliorare la Spina Verde attrezzata del quartiere (viale Mazzini che si collega ad alcuni percorsi pedonali lungo il Tevere e che si conclude nel Parco di Monte Mario (vedi progetto De Vito), inglobando il recupero di Casale Strozzi, che potrebbe ospitare attività culturali) collegata a una rete di percorsi che attraversano alcune corti interne (vedi progetto di rete di percorsi verdi pedonali che collegano alcune piazze verdi ricavate nei cortili interni).
  • AVVIARE UN PROCESSO PARTECIPATO PER LE CASERME SU VIALE DELLE MILIZIE (Marta Carusi, Membro del Coordinamento dell’Ass. di Promozione Sociale COMUNITA’ e FAMIGLIA) (da approfondire)


Si allegano 10 schede progetto:

1) I percorsi  dell’accoglienza: RELIGIOSI, CULTURALI, SHOPPING, POLITICI. (Capogruppo Prof.ssa Arch. Renata Bizzotto, presidente centro Italia della Siuifa. Gruppo di lavoro FIDAPA e SIUIFA del laboratorio città storica dell’ordine  degli  architetti  di  Roma  e  provincia)

2) MOBILITà E SPAZI PUBBLICI IN AMBIENTE URBANO: Accessibilità, Sostenibilità e Vivibilità (Lucia Martincigh, Capogruppo del gruppo di lavoro (M.D.Aiello, G.Anselmi, M.Carè, M.Della Casa, E.Fattinnanzi, F.Franchi, P.Magrini, V .Sartogo, S.Schipani) nell’ambito del Laboratorio permanente di progettazione partecipata “Città storica da un punto di vista di genere”, Ordine degli Architetti di Roma, Coord. Elena Mortola)

3) RECUPERO E RIUSO DELL’EX-DEPOSITO ATAC “VITTORIA” (Alessandro Giangrande, Vice-Presidente dell’Ass. PSP e membro del Coordinamento Cittadino Progetto Partecipato CCPP)

4) COOPERATIVA DI COMUNITA’ PER IL PROGETTO DI RIUSO DELL’EX DEPOSITO ATAC VITTORIA – Calcolo di fattibilità per un’area di 260 mq (sup. utile) da destinare ad asilo nido, area ricreativa e bar con attività culturali – (Elena Mortola Coordinamento Cittadino Progetto Partecipato (CCPP) e Associazione PSP, Laura Pera Legacoop Lazio Servizi, Romina Peritore Coordinamento Cittadino Progetto Partecipato (CCPP) e Associazione PSP)

5) WELFARE DI COMUNITA’: UN ORTO URBANO NEL GIARDINO VOLUTO DALLA COMUNITA’ NEL PROGETTO DI RECUPERO DELL’EX-RIMESSA ATAC (Marta Carusi, membro del Coordinamento dell’Ass. di Promozione sociale Comunità e Famiglia Lazio)

6) TRE IPOTESI DI RECUPERO E RIUSO DELL’EX-STABILIMENTO DI TELECOMUNICAZIONE IN VIALE ANGELICO 19 (Elena Mortola, Delegato del Lab. Permanente dell’Ordine degli Architetti)

7) COMUNITA’ RESIDENZIALE DI FAMIGLIE E PERSONE  NELLO STABILIMENTO IN VIALE ANGELICO 19(Marta Carusi, membro del Coordinamento dell’Ass. di Promozione sociale Comunità e Famiglia Lazio)

8) CASALE STROZZI (Francesca Geremia, Univ. Roma Tre)

9) TRASFORMAZIONE DEL MERCATO DEI FIORI (ASS. Trionfalmente)

10) CORTILI VERDI COLLEGATI DA PERCORSI PEDONALI (ASS. PSP)
__________________________________

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>